giovedì 28 aprile 2011

di scialle in scialle

ho sei sette  lavori iniziati, qualche decina di progetti in testa, e, chissà come chissà perchè, quelli che termino sempre più velocemente sono gli scialli, la sciallomania ha preso anche me, e nonostante metta in coda, continuamente, golfini, boleri, magliette, maglioni, poncho, sciarpe, per non parlare dei calzini che ancora non so fare, uno scialle al giorno è un po' come la mela: ci vuole. La scorsa settimana ho chiuso, bloccato e immortalato  lo spring shawl di   Emma Fassio: una costruzione diversa dalle solite, finito in poco tempo (a dire il vero l'avevo iniziato già durante il viaggio a Lucca per il workshop sulla filatura, ma poi l'avevo lasciato per altri progetti), divertente e facile da realizzare.


Credo lo rifarò, dato che è rimasto lì, appiccicato alle spalle della mia sorellina :-D

che sarà mai

quest'aria leggera anche se piove, che sembra sempre lìlì per smettere, e se ricomincia non ci faccio tanto caso, e cammino anche sotto la pioggia, non pesa, non bagna, non è niente qualche goccia. Le giornate son le solite, ma non c'è noia, nemmeno frenesia di fare e concludere, una specie di attesa o attesa no, qualcosa che è già arrivato, inatteso sì, non previsto, che sarà mai

sabato 23 aprile 2011

buona pasqua

Resurrezione


Talora ci alziamo
Ci alziamo per risorgere   
In pieno giorno
Con i capelli vivi
Con la pelle che respira.


Intorno a noi il solito.
Nessun miraggio di palme
Con leoni tranquilli
E lupi mansueti.


Continuo il ticchettio degli orologi
Sempre fosforescenti le lancette.              


Eppure lievi
Eppure invulnerabili
Ordinati in misterioso ordine
Prima del tempo trasportati
In una casa di luce. 



                                   
Marie Luise Kaschnitz

sabato 2 aprile 2011

sotto questo sole

finito, lavato, bloccato (alle mie nuove conoscenze di knitting si è aggiunta anche questa, il bloccaggio, che ancora non domino bene, ma prima o poi riuscirò a farlo come si deve) e, complice questo sole e l'arrivo a pranzo di mia sorella, anche fotografato. 
Mi è piaciuto proprio questo pattern, di lorelostintheusa, che grazie al cielo scrive i suoi modelli anche in italiano, oltre che in inglese (un po' ci provo, a tradurli, ma cado alle prime difficoltà). Tre matassine di malabrigo silk merino colore aterdecer, comprate già da qualche mese da unfilodi ... faccio sempre così, difficile che acquisti un filato per un progetto che ho in mente; al contrario, vedo il filato, o anche ne sento solo la descrizione e desidero immediatamente vederlo, toccarlo, annusarlo... poi, in qualche modo, presto o tardi, ne verrà fuori qualcosa.